Dispute sui nomi a dominio

Contattare il titolare di un nome a dominio

Se desideri contattare il titolare di uno specifico nome a dominio, puoi trovare le sue informazioni di contatto all’interno del WHOIS via web.

Risultati di ricerca per persone fisiche e organizzazioni

Se il titolare del nome a dominio è una società o un’organizzazione, potrai vedere il nome della società/organizzazione, la città, il paese, l'indirizzo email e la lingua scelta per la corrispondenza.

Se il titolare del nome a dominio è una persona fisica, potrai vedere soltanto l’indirizzo e-mail e la lingua in cui ha scelto di comunicare. Tutti gli altri dati personali rimarranno nascosti per ragioni di riservatezza.

Per maggiori informazioni, puoi consultare la nostra Politica del WHOIS.

 

Richiesta dei dati personali

Se hai una buona ragione per ottenere ulteriori informazioni rispetto a quelle visibili nel WHOIS via web, puoi compilare il modulo di richiesta e inviarlo per email a [email protected] (o via fax al +32 2 401 27 51). Ti chiediamo di motivare la necessità di ricevere le informazioni di contatto del titolare e spiegare come intendi utilizzarle.

La procedura di divulgazione delle informazioni di contatto è gestita in accordo con la Politica sulla Privacy.

Contestare un nome a dominio

Se desideri contestare la registrazione di un nome a dominio (con estensione .eu o sue varianti in altri alfabeti) e ritieni che:

  • hai un diritto prioritario sul nome a dominio (ad esempio se coincide con il tuo marchio registrato, la tua azienda, il tuo cognome, ecc.); e
  • l'attuale titolare ha registrato o sta utilizzando il nome a fini speculativi o abusivi.

Puoi inoltrare una richiesta attraverso la Procedura Alternativa di Risoluzione delle Dispute (ADR – Alternative Dispute Resolution) o presso un tribunale convenzionale.

Cosa è una procedura ADR?

La procedura ADR è una via alternativa per la risoluzione delle dispute sui nomi a dominio. Nella maggior parte dei casi viene scelta una procedura ADR in quanto più veloce e più vantaggiosa rispetto ad un tribunale tradizionale.

La procedura ADR per i nomi a dominio .eu (o sue varianti in altri alfabeti) è gestita e può essere inoltrata attraverso uno dei seguenti organismi ADR:

 

La Corte di Arbitrato Ceca (CAC)

Il Centro di Arbitrato e Mediazione WIPO (Centro WIPO)

 

I casi ADR

  • Possono essere avviati senza l’assistenza di un legale.
  • Vengono svolti online e per email, per cui non è necessario viaggiare.
  • Sono gestiti da arbitri indipendenti, non da giudici. Gli arbitri sono spesso esperti di proprietà intellettuale.
  • Generalmente sono svolti nella lingua scelta dal titolare del nome a dominio (come mostrato nel database WHOIS) se non richiesto diversamente. Quando apri una contestazione puoi richiederne lo svolgimento in un’altra delle lingue ufficiali dell’Unione europea. La tua richiesta può essere accettata a discrezione degli arbitri, ma potrebbe essere soggetta a pagamento.
  • Sono risolti mediamente entro 4 mesi.
  • Rappresentano una soluzione economicamente più praticabile rispetto ad un procedimento giurisdizionale regolare. 

I costi della procedura ADR

I costi variano a seconda del numero di arbitri selezionati e del numero di nomi a dominio contestati. Per un elenco completo dei costi, visita i siti degli organismi che offrono il servizio ADR:

CAC: http://eu.adr.eu/adr/fees/index.php

Centro WIPO: http://www.wipo.int/amc/en/domains/fees/

Come iniziare una procedura ADR

Sono tre i passi da seguire per avviare una procedura di risoluzione alternativa delle controversie (ADR).

1. Scegli il fornitore

Per avviare un caso o una procedura, scegli uno degli organismi che offrono il servizio ADR.

2. Invia la richiesta

Una volta scelto il gestore del servizio ADR, puoi presentare la tua contestazione attraverso il suo sito web. Durante questa fase ti sarà richiesto di fornire i dettagli della contestazione e gli argomenti che la comprovano. Avrai anche la possibilità di allegare prove rilevanti in formato elettronico.

3. Attendi l’esito della procedura

L’esito della procedura sarà presentato per iscritto e ne sarai informato entro tre giorni lavorativi dalla decisione della corte arbitrale.

Cosa succede quando la procedura ADR si è conclusa?

Se vinci la tua causa:

  • Se possiedi i requisiti per la registrazione di un nome a dominio .eu o sue varianti in altri alfabeti, la titolarità del nome a dominio sarà trasferita a te dopo un periodo di appello di 30 giorni di calendario.
  • Se non possiedi i requisiti per la registrazione di un nome a dominio .eu o sue varianti in altri alfabeti, il nome sarà reso disponibile per una nuova registrazione dopo 30 giorni di calendario.

Se perdi la tua causa:

  • Le decisioni dell’ADR sono giuridicamente vincolanti, a meno che tu non decida di appellarti ad un tribunale convenzionale entro 30 giorni di calendario.